Sa Terra e Su Chelu: la straordinaria magia dell’Equinozio d’Autunno!

WORKSHOP FOTOGRAFICO

Dal 18 al 20 Settembre 2020

Workshop fotografico a cura di Doralisa D’Urso, fotografa, docente di fotografia e guida turistica autorizzata.

Beni chi ses gradessida Luche in sa vida

Cherzo intender presentzia de custa forza

Beni a mie magica dansa de mare e de sacralidade

Beni a mie chin abbaldansa tue bentu de felicidade

Intr’ a mie… a mie…sighende un alenu ‘e sole

(Andrea Parodi – Un Alenu ‘e Sole)

Sighende un alenu ‘e sole: così cantava, in una delle sue canzoni più toccanti, Andrea Parodi, con la sua voce potente e vibrante. 

Seguendo il respiro del Sole. E della Luce, che in questi giorni compie la sua danza più bella.

Dopo le meravigliose esperienze delle passate edizioni, questa volta sarà la magia dell’Equinozio d’Autunno ad accompagnarci, ancora una volta, alla scoperta della terra sarda, tra luoghi sacri, pietre primitive e storie millenarie.

Dalle ombre capovolte del pozzo di Santa Cristina all’acqua della fonte di Su Tempiesu, dai paesaggi solitari, in questo momento storico più che mai, ai piccoli paesi arroccati e ormai disabitati, lasceremo che a parlare saranno le nostre immagini.

Racconteremo di una terra, affascinate e misteriosa. E di un popolo, tenace e indefesso. E di tutte le storie le cui origini si perdono nella notte dei tempi. 

E, infine, racconteremo di noi, attenti osservatori, che, attraverso il mirino, saremo custodi e testimoni di una memoria che si nutre di passato e che, con una grazia speciale, accarezza il futuro.

Chi può partecipare: il corso è aperto a tutti gli associati che hanno conoscenze base di fotografia digitale. La quota associativa è di 10 euro, è valida fino al 31 dicembre 2020 e può essere versata in contanti direttamente in Sardegna.

Come è strutturato: il corso si svilupperà dal 18 al 20 settembre 2020 in Sardegna .

Approfondiremo, sia dal punto di vista culturale che fotografico, i vari aspetti legati alle caratteristiche antropologiche dell’Isola. Visiteremo i meravigliosi paesi della Barbagia come Lollove, il paese abbandonato, e i luoghi sacri come il pozzo sacro di Santa Cristina, dove potremo ammirare la meraviglia dell’Equinozio d’Autunno e la fonte di Su Tempiesu, monumento nuragico che è un vero e proprio unicum, per la sua struttura architettonica e per avere la vena sorgiva ancora attiva.

E, ancora una volta, oltre a  lasciarci coccolare dalla straordinaria ospitalità barbaricina, le sorprese non mancheranno!

Informazioni pratiche: Vista la scarsità, e in alcuni casi la completa assenza di mezzi pubblici in Sardegna e in particolar modo in Barbagia, avremo un pullmino privato a nostra disposizione che sarà con noi dal nostro arrivo fino al nostro rientro all’aeroporto di Cagliari Elmas.

Cosa imparerai: il corso offre una reale e concreta esperienza di reportage antropologico, che unirà l’aspetto umano a quello paesaggistico e archeologico.

Contributo di partecipazione: 345 euro 

Il pagamento può essere effettuato in due tranche: l’acconto entro il 10 luglio 2020 e il saldo entro il 10 settembre 2020.

*Al fine di gestire al meglio i protocolli di sicurezza anti Covid, le prenotazioni avverano esclusivamente tramite bonifico bancario previo contatto telefonico.

La quota comprende: pernottamento e prima colazione presso l’Hotel Gusana con sistemazione in camere doppie, la cena del venerdì, il trasporto con pulmino privato per tutti i giorni di permanenza in Sardegna, transfer da e per l’Aeroporto di Cagliari Elmas, lezioni di fotografia urante l’intera durata del corso, l’analisi critica in aula a Roma, organizzazione generale.

Possibilità di supplemento per camere singole.

I partecipanti provvederanno autonomamente all’acquisto dei biglietti aerei. L’appuntamento con il gruppo sarà per le ore 9.30 all’ Aeroporto di Cagliari Elmas. I voli consigliati sono con la compagnia Ryanair:

Andata Venerdì 18 Settembre 8.20 (Roma Ciampino) – 9.30 (Cagliari Elmas) – Ritorno Domenica 20 Settembre 21.40 (Cagliari Elmas) – 22.50 (Roma Ciampino)

*La quota di partecipazione, una volta acquistata, non è rimborsabile.